mercoledì 25 maggio 2016

Conco ti presento Beerbone aka Littleboy

Finalmente è il momento di presentare a tutti voi e al mio amico della Brassarie de la Doutch il nostro Littleboy.
L'ultima volta che ci siamo scritti con Conco ho provato a fargli credere che avrei smesso di coltivare questo hobby vendendo l'impianto, ma lui mi conosce bene figurarsi se può credere che il Vicolo possa abbandonare l'arte di fare la birra.
Littleboy è un Beerbone prodotto da un'azienda italiana. La particolarita' rispetto a tanti sistemi casalinghi e' quella  di essere a tutti gli effetti un sistema a 3 tini. Quindi niente compromessi rispetto al precedente impianto: il sistema rimane, nel rispetto della tradizione, lo stesso.
Viene venduto con la promessa di fare cotte da 12 e da 24 litri rispettivamente in 5 e 7 ore. Grazie al contributo di Davide Bertinotti nel progetto Beerbone sono state testate cotte concentrate di circa 18 litri di mosto con singola cotta. Quest'ultimo punto ha un effettivo vantaggio: non rinunciare alla quantità laddove richiesto, infatti tra poco partirà il progetto BiVbarrique e questo ci permetterà di riempire piccole botti da 30 litri con una doppia cotta concentrata.

Altri due incredibili vantaggi del sistema Beerbone è la facilità di utilizzo e il tempo impiegato per renderlo operativo. Sul primo punto dovete pensare ad una micro ingegnerizzazione di un impianto pilota: ha davvero tutto. Dalle pompe per i travasi, ad un sistema per il whirpool fino ad un sistema di mescolamento nel tino mash con cestello per la comoda estrazione delle trebbie.
Per il secondo punto invece basta prenderlo, riporlo su un tavolo e attacare la spina ;)

La nostra prima cotta? L' abbiamo messo alla prova con la nostra Grodziskie e neanche in una cotta così particolare ci ha deluso!

Vi lascio con una foto del "giocattolo" e a presto con la nostra nuova sezione a lui dedicata!

domenica 15 maggio 2016

Addio Bigboy

La prima cotta di questa stagione è stata fatta, ma subito sopraggiunge il grande dilemma.... come continuare a coltivare quest'hobby?
In questi anni l'impianto del Vicolo ci ha accompagnato nella nostra crescita; è stato smontato e rimontato ad ogni cotta, ha nascosto qualche piacevole sorpresa, ma ora ha le sembianze di un vecchio gigante: lo spazio a casa è più ristretto e inizia a soffrire le sue continue migrazioni tra cucina e cantina...
Dopo attente riflessioni ho pensato di congedarlo per regalargli nuove importanti sfide con qualche nuovo homebrewer che sappia prendersene cura.
Ma ora mettiamo da parte questo velo malinconico e diamo il giusto spazio a Bigboy
Ecco qui nella sua interezza:



Si tratta di un sistema totalmente elettrico. Inizialmente nato con un'unica pentola: quella della Bielmeier: ai tempi si faceva tutto con quello, mash e bollitura. 
Si facevano mille travasi ma ha segnato il primo passaggio verso qualcosa di più affidabile.
Da allora sono state fatte altre migliorie, sono stati acquistati altri due tini coibentati per la bollitura e per l'acqua di sparge, è stata comprata una struttura ed e' stato creato un pannello di controllo.


Il mosto viene ricircolato durante il mash tramite valvole in inox e pompa chugger, acquistata attraverso un gruppo di acquisto su areabirra, il tutto collegato mediante tubi in silicone.

Con questo giocatollo siamo riusciti a produrre fino a 32 litri senza fare mash concentranti e poi diluiti in fermentazione.

Grazie Bigboy per averci dato la possibilita' di iniziare ad imparare l'arte della birra fatta in casa e di averci emozionato con le nostre creature. E' giunto per te il momento di affrontare nuove sfide!