giovedì 25 settembre 2014

Torta di Ricotta e More

La mia ultima ricetta da provare: La Torta di Ricotta e More
Vedrete che vi piacerà, non solo per la sua facilità ma anche per il gusto delicato e sfizioso.
E’ una torta ideale per questa stagione in cui i frutti di bosco sono deliziosi, l’estate non è stata molto soleggiata ma adesso sono finalmente PRONTI!!

Spero vi piaccia…


Ingredienti:

400 gr di farina
150 gr di zucchero
150 gr di burro
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci (8 gr)
un pizzico di sale


per il ripieno

500 gr di ricotta
100 gr di zucchero a velo
500 gr di more per la decorazione
zucchero a velo

Procedimento:

Impastate il burro a temperatura ambiente con la farina, lo zucchero e il lievito poi unite le uova al composto.
Impastate fino ad ottenere un composto liscio, formateci una palla, ricopritela con la pellicola trasparente e mettetela a riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.
Intanto che la pasta frolla si raffredda preparate il ripieno della crostata lavorando in una ciotola con un cucchiaio di legno la ricotta con lo zucchero a velo.
Prendete una tortiera da crostata e foderatela con la carta forno. Spianate direttamente nella tortiera 2/3 della pasta frolla all’altezza di circa un centimetro.

Spalmate tutta la ricotta sulla pasta frolla ma lasciate un bordo di un centimetro per chiudere la crostata con la sbriciolata di copertura.

Cospargete tutta la ricotta con le more e completate sbriciolando la restante pasta frolla su tutta la torta, sigillando anche i bordi.

Cuocete in forno a 190° per 45-50 minuti, controllando sempre la cottura,

Sfornate la torta e fatela freddare nella teglia.
Cospargete con zucchero a velo, se vi piace e servite!!





venerdì 19 settembre 2014

Rauch e controllo di qualità

Il controllo qualità in un birrificio penso sia una delle fasi importanti 
per garantire una certa costanza del prodotto finito.
La scelta degli ingredienti copre sicuramente un'altra fase altrettanto fondamentale
a tal punto che credo che solo una costante ricerca e analisi delle materie prime
possa davvero rendere una birra unica!
 
L'altra sera mentre stavamo separando in sacchi più piccoli di malto Rauch 
si è fatto avanti qualcuno con l'idea di voler controllare la qualità del prodotto.
Noi abbiamo provato a dire che non poteva farlo, ma non c'è stato verso...

ha voluto comunque fare un seppur brevissimo controllo alla qualità della materia prima.

L'esito? 

Non ha fatto alcun gesto che ci potesse aiutare a capire....
...e se ne è andata....
Siamo rimasti senza parole...

Per tutta la sera abbiamo cercato di confrontarci su un possible gesto...

Un cenno di consenso... qualcosa!
Siamo arrivati alla conclusione che la mancanza di un segno evidente fosse in realta' un'approvazione...

Comunque ecco qui un'immagine catturata durante il

"Controllo di qualità"



mercoledì 3 settembre 2014

Sawasdee Khra

Cari amici,
   il viaggio in Thailandia e' stata un'esperienza umana inimmaginabile, la cordialita' delle persone e il rispetto verso il prossimo e' qualcosa cosi' lontano dalla nostra cultura che tornati a casa non ci resta che conservarla nel nostro cuore.

Abbiamo anche scoperto e portato a casa alcuni ingredienti davvero singolari che speriamo di poter usare presto nelle nostre cotte.

Per il momento riprendiamo la prima cotta con quello che avremmo voluto fare prima dell'estate: la prima Kölsch del Vicolo

A prestissimo