venerdì 28 febbraio 2014

Torta Marmorizzata in onore di: Scarliga ed Emisfero Sud

Su richiesta del birraio Peppo, in un pomeriggio di inverno ho preparato due tortine in onere di due ottime birre che sarebbero state presentate per la prima volta presso il Birrificio Rurale di Desio (MB).

La ricetta è molto semplice, ma l'effetto che si ha al taglio è piuttosto scenografico :)

Ingredienti: 

4uova
  • 200 ml di latte + 3 cucchiai
  • 200 gr burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 30 gr di cioccolato amaro in polvere
  • 200 gr di zucchero
  • 250 gr di farina 00
  • 50 gr di farina di fecola
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo

  • Ecco il procedimento:

    1. Togliete dal frigorifero il burro, pesatelo, tagliatelo a cubetti e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente. Nel frattempo setacciate in una capiente ciotola la farina con la fecola e il lievito per dolci. Lavorate con una frusta elettrica (o con planetaria!!) le uova con lo zucchero fino a che il composto risulterà soffice e cremoso.
    2. Aggiungete il burro, il latte (200 ml) e il mix di farine precedentemente setacciate continuando a lavorare gli ingredienti fino a che la farina sarà totalmente assorbita ed il composto risulterà soffice e senza grumi. Togliete dal mixer (robot da cucina) ½ dell'impasto e mettetelo in un contenitore. Nel mixer aggiungete all'impasto rimasto il cacao e 3 cucchiai di latte, lavorate fino ad ottenere un composto liscio e spumoso.
    3. Imburrate e infarinate uno stampo di circa 24 cm di diametro e riempitelo con 1 cucchiaio di crema bianca alternato a quella al cioccolato fino al termine degli ingredienti. Per ottenere l'effetto marmorizzato dovete introdurre nell'impasto un bastoncino o una forchetta e con un delicato movimento circolare dal basso verso l'alto attraversate tutto l'impasto così da ottenere un effetto variegato.
    4. Disponete lo stampo nella parte inferiore del forno già caldo e lasciate cuocere la vostra torta marmorizzata per 45/50 minuti circa a 180 gradi. Trascorso questo tempo sfornate la torta, lasciatela intiepidire e capovolgetela su un piatto da portata spolverizzando con lo zucchero a velo.
    5. Consiglio... Per verificare la cottura del dolce inserite nell'impasto uno stecchino di legno e controllate che ne esca completamente asciutto, ciò indicherà la giusta cottura.
    Buona leccata di baffi!
     
     
     

    mercoledì 26 febbraio 2014

    Imbottigliamo la nostra Pils

    Il bello di fare la birra è la continua lotta tra voglia di accorciare i tempi per assaggiare la propria creatura e dover pazientare per rispettare  tutte le fasi della fermentazione.
    Quando poi vi capita di brassare una bassa fermentazione le settimane passano così lente che il vostro unico pensiero è "se devo aspettare così tanto fai che sia qualcosa di bevibile...".
    In questi momenti ti chiedi come facciano i grandi birrai e homebrewer a produrre Lambic.
    Se provo per un attimo ad immaginarmi produttore di lambic penso che dovrei affittare una cantina all'interno di un castello circondato da un fossato senza ponte elavatoio con a guardia un drago affamato, ma astemio, cosi' che non possa consumare le varie botti prima del dovuto...

    Ma cosa succede quando i libri ti insegnano a rispettare la fermentazione di una Pils, ad aspettare la fase di diacetyl rest per poi iniziare la lagerizzazione e il tuo lievito va dritto come un treno fino alla densita' finale prevista dalla tua ricetta senza dirti niente?
    A quel punto speri in cuor tuo che possa comunque essere corretto, che il diacetile si possa riassorbire dopo una lunga lagherizzazione e per cui non ti resta che imbottigliare....

    Ora la tua creatura e' in rifermentazione, ma sai che dovrai aspettare piu' di una settimana per iniziare la lagerizzazione e che questa non potra' durare meno di un mese...


    insomma e' qui che davvero speri che ogni possibile errore sia sanato dall'azione del lievito e che quello che stai aspettando, quel momento in cui assaggerai la tua Pils possa essere qualcosa di indimenticabile e non il triste momento in cui riprendi in mano il il tuo taccuino pieno di appunti per cercare di capire cosa hai sbagliato....


    .....mentre assaggi la Pils di qualche Mastro Birraio Italiano



    lunedì 24 febbraio 2014

    Birrificio Italiano: voglia di Pils

    Manca ancora qualche mese al grande evento Pils Pride 2014 del Birrificio Italiano, eppure la voglia di riassaggiare le Pils del grande Maestro Agostino Arioli ha preso il sopravvento e ieri sera abbiamo deciso di cenare al Birri.
    Come sempre varcare la soglia del luogo che ha fatto la storia (e che tuttora continua a scriverla...) del movimento birraio italiano è sempre un'emozione.
    Tipopils assolutamente sempre in forma, solo a guardare il bicchiere appena spillato, con il suo caratteristico cappello di schiuma, fa dimenticare i giorni invernali e ci proietta in un desiderio di fresca estate...
    Poi è stato il momento di Delia che con il suo carattere un poco più deciso rispetto alla Tipo ci ha permesso di accompagnare i piatti ben curati dalla cucina del Birri.

    Davvero un gran bella serata di coppia ;)

    martedì 18 febbraio 2014

    Torta Cioccolato e Guiness

    Ingredienti

    250 ml di birra scura
    250 gr di burro
    75 gr di cacao amaro
    400 gr di zucchero
    140 gr di panna acida, si trova al supermercato oppure si puo' fare aggiungendo semplice succo di limone alla panna fresca.
    2 uova
    1 bustina di vanillina o estratto di vaniglia
    275 gr di farina
    1 bustina di lievito

    Preparazione

    Preriscaldare il forno a 180 gradi
    Versare la birra in una pentola aggiungendo il burro a pezzetti, aggiungere lo zucchero e il cacao mescolando con una frusta

    A parte in un contenitore sbattere le uova con la panna e la vaniglia e poi unirvi l'altro composto.
    In ultimo aggiungere la farina a pioggia e poi il lievito.
    Versare in una tortiera imburrata e infornare per 45/50 minuti.

    Quando sara' fredda vi stupira' per la sua morbidezza interna anziche' per l'aspetto esterno...



    buon appetito e fatemi sapere se vi e' piaciuta!
    Chiara

    lunedì 17 febbraio 2014

    Profumi di Primavera

    Siamo ancora in pieno inverno eppure inzio a pensare a birre primaverili. Complice forse il primo travaso da fare domani sera della pils, che spero di poter fare nelle due versioni dryhopped e non, chiudendo così le basse per quest'anno (occupano per troppo tempo la camera di fermentazione)...
    Per le prossime cotte conto di replicare qualcosa di collaudato da mettere nei keg e iniziare a spillare con il primo caldo.
    Il pensiero torna alla Golden Ale, ma ho bisogno di riempire la cantina prima di sperimentare ancora :)

    domenica 9 febbraio 2014

    Doppia Cotta a Metà

    Qual è l'unica cosa che si può mettere tra il desiderio di fare una doppia cotta e poterla effettivamente fare?
    L'arrivo inaspettato della nuova pompa!
    Ebbene sì è arrivata la mitica chugger magnetica con testa in acciaio inox.
    Non ho resistito e sabato ho tolto la piccola solar project e ho fatto la modifica all'impianto. Il collaudo è andato bene per cui questa mattina e' stato il turno della Pils.
    Giornata bellissima, tutto ha funzionato come non mai e l'OG raggiunta e' stata quella teorica della ricetta.

    Ora non resta che modificare le due pentole del crucco e poi l'impianto sarà completo e finalmente ci saranno meno tempi morti dovuti ai vari travasi.

    Vado in cantina a controllare il fermentatore :)

    martedì 4 febbraio 2014

    Support Your Local Brewery

    Pochi ingredienti:

    1) cercate qui il birrificio piu' vicino a casa vostra
    2) accertatevi che abbiamo uno spaccio aperto
    3) andate a visitarlo

    sono semplici gesti che aiutano a far crescere questo nuovo mondo e a migliorare il prodotto italiano :)


    lunedì 3 febbraio 2014

    Doppia Cotta Vicolo

    La settimana e' cominciata (insieme al nuovo mese) ed in programma per il prossimo weekend c'e' la prima doppia cotta del Birrificio il Vicolo!

    L'idea e' quella di fare una cotta ad alta fermentazione per riprodurre la nostra Light IPA e tornare alla carica con una bassa fermentazione per la nostra Pils che ancora non ci da quella giusta soddisfazione.

    Purtroppo non si potra' procedere a brassare con le famose pentole del crucco coibentate, appena arrivate, perche' sono ancora da modificare e testare per cui si procedera' con il vecchio, ma affidabile, impiantino.

     Dai dai che si ricomincia!